27 luglio 2020

Atletica paralimpica: Castiglione della Pescaia, record italiani di Ricci nel giavellotto e Russo nel peso

Copertina articolo

La stagione dell’Atletica paralimpica entra finalmente nel vivo. Dalle piste e pedane di tutta Italia sono emerse prestazioni di assoluto rilievo agonistico ed indicazioni tecniche importanti per valutare lo stato di forma degli atleti post-lockdown.
A distinguersi sono stati i lanciatori che hanno partecipato al X Meeting Città di Castiglione della Pescaia.
Nel giavellotto F63 Stanislav Ricci (Francesco Francia) riesce nell’impresa di avvicinare i 50 metri e, con la misura di 49,47, aggiunge ulteriori due metri e mezzo al primato assoluto che detiene nella specialità.
Nicky Russo (Atletica Virtus Cassa di Risparmio di Lucca) straccia invece il record italiano del peso F37 resistente da tre anni (10,41) e diventa il miglior italiano di sempre con un lancio da 11,89.
Nel disco Oney Tapia (Fiamme Azzurre) e Lorenzo Tonetto (Trionfo Ligure) finiscono per soffrire la gara a grande partecipazione di oltre due ore, concludendo bene solo tre dei sei lanci a disposizione. L’atleta italo-cubano, argento mondiale e paralimpico F11, si ferma a 40,97, mentre il primatista tricolore F64 si esprime con 41,58. Nella pedana del peso F63 invece, Antonio Acciarino (Athletic Terni) fa registrare la misura di 9,85.
Per i 100 metri a categorie accorpate, il portacolori del Sempione 82 Riccardo Cotilli (T64) taglia il traguardo in 12.16, con il giovane Lorenzo Marcantognini (T63) che chiude in 15.12.
A Bergamo buono il primo test stagionale di Simone Manigrasso. Il velocista delle Fiamme Gialle, sesto al mondo, corre in 11.91 con vento contrario di 1.8 m/s.
Ottime le indicazioni dai concorsi del meeting di Treviso dove Francesca Cipelli salta a 4,08 nel lungo F37. La giovane atleta del Veneto Special Sport avrebbe stabilito il nuovo limite nazionale per due centimetri, ma il record  non è omologabile per vento favorevole di 2.2 m/s. La compagna di club Agnese Caon, primatista italiana del peso F41, rientra alle gare con 4,23.
Ad Avola Salvatore Bianca (Arco Club Gela) atterra a 6,03 nel lungo T20, segnale assolutamente positivo per un ragazzo di soli 16 anni.

Foto Andrea Bruschettini

 Sintesi classificazioni funzionali
http://www.fispes.it/atletica/classificazioni-funzionali/

Logo FISPES Oltremodoltre

Essere oltremodoltre significa sfidare se stessi per superare i propri limiti ed aiutare gli altri a superare i propri pregiudizi

torna ad inizio pagina