30 giugno 2024

Atletica paralimpica, Assoluti di Brescia: Legnante e Tapia consistenti in pedana, Ganeshamoorthy da primato mondiale nel giavellotto

Copertina articolo

Giungono al termine i Campionati Italiani Assoluti di Para atletica 2024 allo stadio Sanpolino Gabre Gabric di Brescia, dopo due giorni di gare che hanno visto 165 atleti e 18 guide in rappresentanza di 45 società sportive contendersi i titoli di campioni nazionali. Tanti big in gara nell’ultimo appuntamento utile per strappare il biglietto per le Paralimpiadi di Parigi 2024.

Riscontro eccellente nel peso F11 per Oney Tapia, che dopo le soddisfazioni nel disco in giornata di apertura oggi getta l’attrezzo a 13,34 metri a pochi centimetri dal proprio season best. Buona prestazione anche per Assunta Legnante (Anthropos), che nel lancio del disco F11 fa segnare il proprio primato stagionale con la misura di 37,57, confermando la buona condizione già messa in mostra nel getto del peso della giornata precedente.
Cade il secondo primato mondiale in due giorni di manifestazione al Gabre Gabric, con Rigivan Ganeshamoorthy (Anthropos) che nel giavellotto F52 trova un lancio da 20,99 e migliora di oltre due metri il record precedente.

Volano gli specialisti dei 200 metri al maschile, con il campione iridato 2023 Maxcel Amo Manu (T64 – Fiamme Azzurre) che esordisce sulla distanza nel 2024 e taglia il traguardo davanti a tutti in 22.15, seguito da Riccardo Bagaini (T47 – Paralimpico Difesa) che per la prima volta in stagione scende sotto i 23” con il tempo di 22.80. Alle loro spalle i tre atleti T64 Francesco Loragno (Elite Academy Bari) in 23.03, Simone Manigrasso (Fiamme Gialle) che termina in 23.15 e il vicecampione del mondo dello scorso anno Fabio Bottazzini (Paralimpico Difesa) al traguardo con il primato stagionale di 23.45. Davide Morana (T62 – Sempione 82) conclude le sue fatiche con il crono di 24.42.
Sulla stessa distanza, ancora un risultato di eccellenza per Carlo Calcagni (Paralimpico Difesa) che termina la propria gara per la categoria T72 in 31.02, seconda prestazione mondiale all time dopo il record che già porta il suo nome. Primato italiano per Cristian De Mase (US Acli) per la categoria T36 con il tempo di 32.57.

Tra le donne, Valentina Petrillo (Omero Bergamo) completa il tris di titoli nazionali T12 con il crono di 26.42 nei 200 metri, mentre fra le atlete T64 Giuliana Chiara Filippi (Paralimpico Difesa) giunge sul traguardo in 30.25 davanti ad Alina Alexandra Simion (Polha Varese) che ferma il cronometro in 31.47. Assente per indisposizione la primatista mondiale T63 Ambra Sabatini.

Sulle lunghe distanze, il bronzo paralimpico dei 1500 T20 Ndiaga Dieng (Paralimpico Difesa) si laurea campione italiano assoluto dei 5000 metri con il crono di 16:31.32.

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO

Galleria fotografica
Credits Massimo Bertolini/Fispes

Tutte le competizioni saranno trasmesse in diretta streaming sulla pagina Facebook della Federazione

Tutte le informazioni relative alla manifestazione, gli iscritti e i risultati sono reperibili alla pagina dell'evento

I Campionati Paralimpici Assoluti di Atletica leggera sono organizzati in collaborazione con l’ASD Rosa Running Team – società storica e punto di riferimento del movimento bresciano dell’atletica e del running – e sono resi possibili grazie al sostegno istituzionale del Comitato Italiano Paralimpico, il patrocinio della Regione Lombardia, della Città di Brescia e al supporto del Gruppo Mobilità Brescia e all'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti.

Gli Official Sponsor: BBraun, Stellantis con Autonomy e UniCredit
Sponsor tecnico: Luanvi
Partner: Pmg Italia, Humantecar, Inail, Superabile Inail

I main sponsor per l'evento organizzato con il patrocinio del Comune di Brescia e della regione Lombardia sono Ori Martin, Mazza, Fly Flot, Tecnocolor, Capuzzi, Menoni Metalli, Ri.Me, Falco e Tiemme (Gruppo Gnutti Cirillo) con gli sponsor tecnici dell'evento Fonte Tavina, Sportland, Mico, QCinque, Essse Accademia, Forever, Conad, Centrale del Latte, Contadi Castaldi, Brescia Mobilità, Volontari per Brescia, Unione Ciechi Brescia e Associazione Un cuore per Franci

Logo FISPES Oltremodoltre

Essere oltremodoltre significa sfidare se stessi per superare i propri limiti ed aiutare gli altri a superare i propri pregiudizi

torna ad inizio pagina