09 maggio 2024

Atletica Paralimpica, Ambra Sabatini portabandiera alla cerimonia di apertura di Parigi 2024

Copertina articolo

La sprinter Ambra Sabatini, oro nei 100 metri T63 a Tokyo 2020, è stata scelta come portabandiera dell'Italia alla cerimonia d'apertura dei Giochi Paralimpici 2024 a Parigi insieme Luca Mazzone, tre volte oro paralimpico del ciclismo tra Rio 2016 e Tokyo.

La Giunta del Comitato Italiano Paralimpico ha comunicato nella giornata di oggi la decisione, arrivata in seguito alla proposta del Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli di assegnare ai due campioni Azzurri il prestigioso ruolo. 

I due atleti riceveranno il prossimo 13 giugno il Tricolore direttamente dalle mani del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e avranno il compito di guidare la Delegazione Italiana in occasione della cerimonia di apertura dei Giochi, in programma mercoledì 28 agosto.

"Sono onorata ed emozionata per questo incarico. È un sogno nel cassetto che ho da sempre e non posso credere che finalmente si avveri - le parole di Ambra, che aggiunge - Ringrazio la giunta del Comitato Italiano Paralimpico e il Presidente Luca Pancalli per la fiducia.
Non vedo l'ora di portare il Tricolore a guidare la delegazione Azzurra alla cerimonia di apertura insieme al mio collega Luca Mazzone. Complimenti anche a lui e ai colleghi Olimpici Arianna Errigo e Gianmarco Tamberi che ricopriranno lo stesso ruolo alle Olimpiadi qualche mese prima."

Dichiara il Presidente Pancalli "Due protagonisti dello sport paralimpico italiano e mondiale che rappresentano al meglio una squadra con importanti ambizioni e grandissimo talento. Due nomi che sono espressione di altrettante discipline tra le più medagliate nel panorama azzurro, due percorsi sportivi che rappresentano due diverse generazioni di campioni. Ambra, giovanissima, nonostante si sia affacciata da pochi anni sul palcoscenico internazionale, è già una delle più grandi campionesse di atletica paralimpica della storia. Sono certo che sia lei sia Luca sapranno veicolare al meglio i valori del nostro movimento, rappresentando un esempio per tante persone e tanti giovani con disabilità che decidono di avviarsi alla pratica di una disciplina sportiva.

Logo FISPES Oltremodoltre

Essere oltremodoltre significa sfidare se stessi per superare i propri limiti ed aiutare gli altri a superare i propri pregiudizi

torna ad inizio pagina