Logo Fispes

Versione stampabile

La disciplina del Calcio a 7, praticato da atleti cerebrolesi, è entrata ufficialmente nel programma dei Giochi Paralimpici nel 1984.
Le regole sono simili al Calcio praticato da normodotati: si gioca con sette giocatori su un campo di dimensioni ridotte. Non esiste il fuorigioco e le rimesse in campo possono essere effettuate con una sola mano. La partita consiste in due tempi da 30 minuti ciascuno.
Al torneo di Calcio a 7 delle Paralimpiadi di Londra del 2012 hanno partecipato 64 giocatori.
In Italia la disciplina è stata riconosciuta dalla FISPES nel 2013.