Logo Fispes

Ad Osijek Fario conquista il bronzo e il 1°pass paralimpico per l’Italia

Versione stampabile
immagine sinistra

Era già nell’aria da qualche giorno che Nadia Fario, ancora lei, sarebbe riuscita a regalare all’Italia del Tiro a segno paralimpico la prima grande soddisfazione di Coppa del Mondo. Al poligono di Osijek, la sua prestazione nella pistola libera a 50 metri (P4) è un risultato tutto da incorniciare: la tiratrice padovana non solo si mette al collo un prezioso bronzo, ma conquista il primo pass paralimpico per i colori azzurri valido per Rio 2016.

Nella fase di qualificazione Fario ha un avvio un po’ stentato con le prime tre serie di colpi da 87-83-88 cui però fa seguire una rapida reazione da 93-94-90. Al termine delle qualifiche il punteggio di 535 le assicura l’accesso alla finale con il quinto posto. Tra gli otto finalisti, oltre a lei solo un’altra donna, la forte iraniana Sareh Javanmardidodmani. Dopo il sesto posto ottenuto ieri nella pistola femminile a 10 metri (P2), l’atleta dell’Aspea Padova questa volta non si lascia scoraggiare e totalizza quei 160,0 punti che le permettono di insediarsi con merito sul terzo gradino del podio.

Non è stata una giornata fortunata invece per le carabine a terra: né per Massimo Croci che nella specialità R6 a metri 50 si è fermato al 21imo posto in classifica né per gli altri quattro italiani (Pamela Novaglio, Massimo Dalla Casa, Andrea Liverani e Diego Gnesini) che si sono piazzati oltre la 36ima posizione nella gara R5 a 10 metri.

Conclusasi la spedizione in Croazia, il responsabile tecnico Giuseppe Ugherani e tutto lo staff azzurro dovranno ora valutare l’eventuale partecipazione della Nazionale all’ultima tappa di Coppa del Mondo prevista ai primi di novembre a Fort Benning negli USA per continuare la campagna di conquista di altre slot paralimpiche.

Risultati
http://results.sius.com/Events.aspx?Championship=2015IPCSHOOTINGWORLDCUP20150706OsijekCroatia


2015-07-14


Ultime notizie in Tiro a segno