Logo Fispes

A Padova assegnati i tricolori di Tiro a segno paralimpico

Versione stampabile
immagine sinistra

Si è conclusa con successo a Padova l’edizione 2015 dei Campionati Italiani di Tiro a segno paralimpico.

Le gare hanno avuto inizio venerdì 5 giugno con la competizione della pistola standard a 10 metri (P5), che ha visto la vittoria di Giovanni Bertani (Atletico H) con 340 punti. Sabato 6 per la specialità P3 è stato Ermes Vanotti dell’Aspea Padova Onlus, società ospitante della manifestazione, ad imporsi con il punteggio di 548.

L’oro tricolore di carabina a metri 10 posizione a terra (R3) è andato a Massimo Croci (Atletico H), 628,1 punti per lui, mentre la R5 è stata dominio di  Domenico Peraldo per la Phoenix Putignano (631,8).

Nella storia della rassegna assoluta si è disputata per la prima volta la finale paralimpica con gli migliori 8 tiratori del turno combinato di R3-R5 per contendersi il titolo di campione italiano di carabina a metri 10 a terra. Il podio ha visto Giuseppe Marchitelli (Phoenix Putignano) con 207,6 punti sul gradino più alto seguito da Domenico Peraldo e Andrea Liverani (Atletico H).

Nelle specialità R6 e R9 alla distanza di 50 metri sono emersi Massimo Croci, seconda medaglia d’oro per lui, e Massimo Dalla Casa (Disabili Faenza).

Le gare di pistola a 10 metri hanno assegnato il titolo maschile al tiratore dell'H81 Vicenza Marco Pusinich (556 punti) e quello femminile a Nadia Fario, portacolori dell’Aspea Padova (360) che si è anche aggiudicata la finale mista di specialità.

Domenica 7 Marco Galassi (Sport in H Faenza) si è portato a casa l’oro nella carabina R1 con il punteggio di 604,5, mentre Massimo Dalla Casa si è ripetuto conquistando anche la vittoria nella R4.

Per la carabina donne R2 l’unica partecipante Alessandra Donati (Sport in H Faenza) ha ricevuto la medaglia di partecipazione, mentre come l’anno scorso, Mauro Decina (TSN Roma) si è confermato al vertice della pistola libera P4 con 515 punti.

Da segnalare la memorabile finale di pistola libera dove l’incredibile talento di Nadia Fario ha prevalso sui colleghi di specialità Giovanni Bertani e Mauro Decina.

Per i Campionati di società, svoltisi in concomitanza, è stato l’Atletico H Bologna ad assicurarsi i titoli assoluti di carabina e promozionale, mentre l’Aspea Padova è il primo club italiano nella pistola. 


2015-06-11


Ultime notizie in Tiro a segno