Logo Fispes

Buone indicazioni tecniche dalla 2a prova di Bologna

Versione stampabile
immagine sinistra

Si è conclusa ieri al poligono di Bologna la seconda prova valutativa di Tiro a segno paralimpico che ha visto la partecipazione di 8 tiratori di pistola e 8 di carabina, quasi tutti presenti anche alla prima selezione di inizio mese. 

Tra i risultati degni di nota, ci sono state le conferme di Massimo Croci (ASD Atletico H) che si è espresso al meglio nella carabina a 10 metri (631,0 punti) e a 50 metri (614,9), e di Nadia Fario (ASD Aspea Padova Onlus) nella pistola a metri 10 (361). Per la stessa società e disciplina si è distinto Ivano Borgato che a 50 metri ha realizzato un eccellente 517 in una giornata estremamente ventosa, mentre a 25 metri ha fatto registrare un punteggio di 553.

Ottima la prestazione di Andrea Liverani (ASD Atletico H) nella carabina R5 dove ha totalizzato 630,1 punti, risultato questo maturato in soli sei mesi dall'inizio dell'attività agonistica. Liverani dovrà ora essere sottoposto a  visita di classificazione nel corso della competizione internazionale di Hannover di fine aprile per valutare in modo più specifico la sua categoria funzionale di disabilità.

Trattandosi di prove valutative l’area tecnica esaminerà con estrema attenzione tutti i risultati conseguiti a Bologna in modo da individuare la rosa dei tiratori da selezionare per la gara di Coppa del Mondo di Osijek del prossimo luglio, dove verranno assegnate 27 slot paralimpiche. Ulteriori elementi di indicazione saranno forniti dalla competizione di Hannover a cui gli atleti parteciperanno su base volontaria.


2015-03-30


Ultime notizie in Tiro a segno