Logo Fispes

Giornata poco fortunata per i tiratori azzurri a Suhl

Versione stampabile
immagine sinistra

La quarta giornata di gare dei Mondiali di Suhl ha riservato risultati poco confortanti per la Nazionale di Tiro a Segno paralimpico.

I tiratori di carabina Massimo Croci, Jacopo Cappelli ed Eleonora De Paolis si sono cimentati nelle due eliminatorie della specialità mista R6 a metri 50 e sono riusciti a cogliere il passaggio al turno successivo tra i 48 migliori.
La qualificazione alla finale si è però rivelata particolarmente difficoltosa per le condizioni ambientali con luce variabile e vento forte incostante, impedendo di fatto agli azzurri di potersi avvicinare alle posizioni alte della classifica.
Il titolo mondiale è andato all’inglese Matt Skelhon che ha battuto per soli quattro punti il campione uscente Jonas Jakobson. Bronzo per l’israeliano Doron Shaziri.

Nella pistola sportiva a 25 metri (P3) l’unico componente della rappresentativa italiana, Giovanni Bertani, è incappato in due zeri nell’ultima serie di tiro celere, chiudendo di fatto ogni speranza di accesso alla finale.

Domani le linee di tiro di Suhl vedranno il ritorno in gara di Giuseppe Marchitelli, Diego Gnesini, Massimo Dalla Casa e Pamela Novaglio che questa volta saranno chiamati a fare del loro meglio nella carabina mista a 10 metri (R5).

Sito ufficiale dei Mondiali di Suhl 2014

Live scoring/Risultati


2014-07-23


Ultime notizie in Tiro a segno