Logo Fispes

Esordio amaro per l’Italia ai Mondiali di Suhl

Versione stampabile
immagine sinistra

Non è iniziata bene l’avventura della Nazionale italiana ai Mondiali di Tiro a Segno Paralimpico a Suhl, in Germania.

Nella giornata di esordio, Jacopo Cappelli non è riuscito a contrastare lo strapotere svedese e coreano nella carabina maschile R1 a metri 10, rimanendo molto lontano dalle posizioni di testa. Seppur senza commettere gravi errori, il tiratore azzurro si è dovuto fermare a 601,6 punti in una gara di qualificazione caratterizzata dal nuovo primato del mondo di 626,8 da parte di Jihno Park. Al veterano  Jonas Jakobsson, diciassette volte campione paralimpico, è andato il diciottesimo oro mondiale della carriera.

Sul versante femminile, Eleonora De Paolis ha chiuso al 26imo posto la competizione R2 a 10 metri totalizzando 383,7 punti. L’atleta del TSN Roma non si è espressa al meglio soprattutto nella seconda parte di gara dove è stata disturbata da una concorrente inglese, colpita da un malessere, che tirava alla sua sinistra. 

Nulla di fatto anche per l’alfiere azzurro Pamela Novaglio e il compagno di squadra Massimo Dalla Casa nella R9 a 50 metri. Nel turno di qualificazione hanno entrambi sofferto la presenza del vento, fattore solitamente non influente nei poligoni italiani, concludendo con un punteggio ravvicinato di 595,4  e 595,2.

Toccherà quindi alle squadre di pistola maschile e femminile tentare domani di risollevare il morale della Nazionale. A partire dalle 8:30, l’Italia schiererà Mauro Decina, Marco Pusinich e Giovanni Bertani nella P1, mentre alle 13:00 Vittoria Giordano, Nadia Fario e Isabella Vicanò si presenteranno nelle linee di tiro della P2. Gli Azzurri gareggeranno sia a titolo individuale che nella gara a squadre. 

Sito ufficiale dei Mondiali di Suhl 2014 

Live scoring/Risultati

 


2014-07-20


Ultime notizie in Tiro a segno