Logo Fispes

Novaglio, portabandiera degli azzurri ai Mondiali di Suhl

Versione stampabile
immagine sinistra

Sarà Pamela Novaglio, specialista di carabina, la portabandiera della squadra italiana di Tiro a Segno paralimpico ai Campionati Mondiali IPC di Suhl in Germania.

La rassegna iridata, a cui prenderanno parte tredici Azzurri (otto uomini e cinque donne), aprirà ufficialmente i battenti il 18 luglio con la Cerimonia di Apertura.

La bresciana Novaglio, scelta dalla FISPES perché rappresenta pienamente lo spirito del movimento paralimpico italiano, è un’atleta poliedrica che finora è riuscita a combinare con grande determinazione l’attività di poligono con gli sport invernali. La tiratrice azzurra, che ha iniziato a praticare Tiro a Segno nel 2008,  ha infatti già all’attivo la partecipazione a tre Paralimpiadi e a numerosi Campionati del Mondo di biathlon e sci di fondo.

L’atleta 44enne, tesserata per la ASD Atletico H di Bologna, si dice onorata del ruolo di alfiere: “Sono sorpresa e orgogliosa allo stesso tempo, è la mia bandiera, me la sento addosso e la sentirò ancora di più portandola. Mi sento ancora una principiante del Tiro a Segno, mi sono approcciata a questa disciplina ascoltando le esperienze dei miei compagni di squadra che tirano da molto più tempo di me e cercando allo stesso tempo di trasmettere loro entusiasmo, metodologia e soprattutto determinazione. Per questi Campionati mi sento molto preparata e sicura dei miei mezzi, non so dove questo possa portare perché lì ci sarà tutto il mondo e la pressione sarà tanta, ma io ce la metterò tutta. In squadra siamo tutti consapevoli di aver fatto tanta strada e che i Mondiali sono solo il primo passo per arrivare alle Paralimpiadi di Rio. Non ci fermiamo qui, siamo tranquilli, abbiamo lavorato bene e andiamo in Germania per raccogliere qualche buon risultato”.

Il referente tecnico Giuseppe Ugherani legge così la trasferta iridata per gli azzurri a Suhl: “Abbiamo convocato gli atleti che si sono distinti a livello internazionale ottenendo lo standard minimo di ammissione. Si tratta di un’occasione importante perché la posta in gioco non è solo il titolo mondiale, ma anche la qualificazione paralimpica. Ci sono 63 slot a disposizione per i paesi partecipanti ed è giusto dare questa possibilità ai nostri tiratori. In Germania punto molto sulla squadra femminile di pistola (P2) alla loro prima apparizione mondiale, su Pamela Novaglio che potrebbe fare bene nella carabina R9 e R5,  Massimo Croci per la R3 e R6, Massimo Dalla Casa nella R4, e Marco Pusinich nella specialità della pistola P4. Sarebbe già un ottimo risultato poter accedere alle finali riservate ai primi otto. Con lo staff tecnico abbiamo cercato di costruire una condotta e una mentalità di gara che non lasci spazio all’improvvisazione e finora la squadra ha risposto molto bene.”

Anche il Presidente della FISPES Sandrino Porru ha voluto mandare un messaggio di incoraggiamento alla Nazionale prima della partenza in terra tedesca: “Si tratta della più nutrita spedizione di Tiro a Segno della storia paralimpica italiana, non solo nei numeri ma soprattutto in termini di qualità. Sono convinto che tutta la squadra saprà rappresentare al meglio il nostro paese, facendoci sognare qualche bella soddisfazione che ritengo e spero possa divenire realtà. Scegliere Pamela Navaglio come portabandiera non è solamente un riconoscimento allo spessore e alla serietà di un’atleta, ma significa anche dare rilievo e merito alla crescita del settore femminile di questa disciplina negli ultimi anni. Le aspettative più grandi le nutriamo soprattutto su di loro. Comunque vada, è già una vera soddisfazione vedere che, nonostante il dispiacere di lasciare a casa altri atleti che avrebbero meritato di vivere quest’esperienza, siamo riusciti a costruire un bel gruppo, sereno e compatto. Il merito di tutto questo è frutto del costante lavoro svolto dagli atleti e dalle Società, seguiti da un’impeccabile regia da parte del commissario tecnico Giuseppe Ugherani e del suo staff, e dal supporto del Consigliere Federale Nicola Carabba. Un impegno che fa ben sperare anche per il prossimo futuro, dove stiamo cercando di avviare un processo di integrazione del Tiro a Segno paralimpico con l’Unione Italiana di Tiro a Segno. Spero fortemente di poter festeggiare buoni risultati anche con l’acquisizione di  qualche biglietto per Rio De Janeiro”.


La Nazionale azzurra arriverà in Germania il 17 luglio. Le gare inizieranno sabato 19 alle 9:00.

Sito ufficiale dei Mondiali di Suhl 2014
http://www.paralympic.org/suhl-2014


2014-07-16


Ultime notizie in Tiro a segno