Logo Fispes

Lignano Sabbiadoro ospiterà gli Europei C di Rugby

Versione stampabile
immagine sinistra

La Federazione Internazionale di Wheelchair Rugby (IWRF) ha assegnato all’Italia l’organizzazione dei Campionati Europei di Divisione C

L’evento sarà ospitato a Lignano Sabbiadoro dal 13 al 20 giugno prossimi. Le squadre partecipanti saranno quattro: oltre alla Nazionale italiana ci saranno Norvegia, Russia e Israele. 

Le formazioni che, a fine campionato, si classificheranno nelle prime due posizioni avranno diritto a partecipare agli Europei di Divisione B che si svolgeranno dal 3 al 10 ottobre 2016 a Nottwil in Svizzera.

Si tratta del primo Campionato IWRF di Rugby in carrozzina mai organizzato in Italia, la prima partecipazione assoluta in una rassegna continentale da parte della squadra israeliana e il ritorno della Norvegia ad una competizione europea dal 2005.

Il Presidente della FISPES Sandrino Porru dichiara: “Una nuova sfida ci attende con l’organizzazione di questi Europei. Sono orgoglioso, insieme a tutta la famiglia FISPES, di essere riusciti in pochi anni ad affacciarci in modo importante nello scenario internazionale del Rugby paralimpico avviando un nuovo movimento sportivo nazionale e ad aver ottenuto la completa fiducia dalla Federazione internazionale per questo evento di così grande rilevanza. Sono sicuro che, nonostante la tenera età della nostra rappresentativa, riusciremo a ben figurare dando un’immagine dignitosa del rugby paralimpico italiano. Questa sarà l’ennesima opportunità che offriremo a tanti ragazzi con disabilità grave di potersi avvicinare alla pratica di una disciplina sportiva a loro dedicata nella speranza che questo contribuisca in modo determinante alla diffusione dell’attività in tutto il territorio nazionale e all’indizione, in tempi brevi, del primo campionato italiano. Ringrazio fin da ora tutti coloro che si stanno adoperando per la buona riuscita dell’evento e soprattutto un grande in bocca al lupo ai nostri ragazzi perché possano mietere i giusti frutti di anni di sacrifici e di dedizione a questo sport”.


2016-05-09


Ultime notizie in Rugby in Carrozzina