Logo Fispes

Il rugby a San Pietro per "Believe to be alive"

Versione stampabile
immagine sinistra

C’era anche il rugby in carrozzina a “Believe to be alive” grazie ad alcuni giocatori provenienti da tutta Italia che si sono messi in campo per giocare delle frazioni di partita.
Tra di loro, Rufo Iannelli, promotore e capitano della Romanes, sociètà appena nata di wheelchair rugby della capitale: “Giocare davanti ad un pubblico è stata la prima volta per me e lo abbiamo fatto in una delle piazze più importanti della mia città e del mondo. Sono orgoglioso di rappresentare la mia squadra e l’Italia del movimento del rugby in carrozzina davanti agli stranieri che sono qua. Il messaggio di oggi è di riuscire ad avvicinare lo sport alla società civile e non che lo sport per disabili sia visto con sguardo pietistico verso chi prova a fare qualcosa. Spero che la gente ci veda come sportivi particolari che vivono la disabilità.”


2014-10-06


Ultime notizie in Rugby in Carrozzina