Logo Fispes

Al via a Fano il Torneo internazionale di Calcio Amputati. Lanciato il concorso per il nuovo logo della Nazionale

Versione stampabile
immagine sinistra

L’Associazione Amore per la Vita Onlus di Fano, in collaborazione con la FISPES, organizza a Fano il primo Torneo internazionale di Calcio amputati.

Il torneo, che si svolgerà da venerdi’ 2 a sabato 3 febbraio presso lo Stadio Mancini della città marchigiana, vedrà impegnate le Nazionali di Italia, Francia e Turchia in un triangolare che metterà in palio la Coppa della Fortuna Città di Fano.

L’Italia è al suo primo appuntamento internazionale ufficiale sotto l’egida della FISPES ed è al primo test importante in vista dei Mondiali in programma in Messico dal 24 ottobre al 10 novembre prossimi. La squadra azzurra affronterà nella partita di esordio di venerdi’ alle 10:30 la Francia - settima ai recenti Europei di Istanbul -,  e sabato alle 14:30 la Turchia, laureatasi Campione d’Europa ad ottobre proprio davanti al pubblico di casa.

L’unione tra Fano e la Nazionale Italiana di Calcio Amputati ha radici lontane con il primo raduno della storia della Nazionale organizzato proprio qui nel gennaio 2013. Negli anni la città ha accolto vari raduni tecnici, ha ospitato l’incontro internazionale contro la Polonia nel 2017 e ha battezzato il progetto “Un Amore per il Calcio” che, con l’Associazione Amore per la Vita Onlus, ha portato alla nascita dell’Accademia Under 16 del Calcio Amputati.

Sempre a Fano, in occasione della conferenza stampa di presentazione del triangolare, è stato lanciato il concorso per la creazione del logo della Nazionale Calcio Amputati, un'iniziativa che sancisce ufficialmente il nuovo corso della disciplina all'interno della FISPES. Per partecipare si dovrà inviare la proposta di logo all'indirizzo social@fispes.it entro il 2 marzo 2018. Il vincitore potrà prendere parte al prossimo raduno delle stampelle azzurre (link al video: https://www.powtoon.com/c/dADgi2VCxQZ/1/m).

Il Presidente FISPES Sandrino Porru dichiara: "Sono felice di questa  prima internazionale FISPES nella disciplina del Calcio amputati, un triangolare che avrà sicuramente un ottimo riscontro mediatico e che continuerà ad alimentare la popolarità della disciplina in Italia. Sono sicuro che questa iniziativa supporterà in modo importante i nuovi programmi federali che si stanno indirizzando verso ambiziosi traguardi, dalla preparazione per i prossimi Mondiali messicani alla strutturazione di diverse squadre nel territorio nazionale, all'organizzazione di un torneo capace di coinvolgere tutte le regioni italiane. Da questo obiettivo, che non è sicuramente un punto d'arrivo ma di partenza, ci attendiamo proficui frutti sotto l'aspetto promozionale che possano dare, in tempi brevi, la giusta dignità a questa disciplina, già catalizzatrice di indiscussi successi anche nel mondo olimpico. Ai nostri ragazzi in primis, e alle due delegazioni straniere partecipanti, un sincero in bocca al lupo con un ringraziamento particolare a queste ultime per il supporto tecnico agonistico che ci permetterà di continuare a crescere".

Il CT Renzo Vergnani dice: "Abbiamo avuto pochissimo tempo per prepararci e i ragazzi sono carichi del lavoro fatto durante questo primo periodo di preparazione atletica, quindi sarà veramente dura giocare contro i professionisti della Turchia. In questo momento però non mi interessa il risultato, mi aspetto solo di vedere in campo la ricerca e la costruzione del gioco. Queste due partite ci daranno degli spunti importanti per capire su cosa dovremo concentrare il lavoro nei prossimi mesi."

L'atleta di casa Lorenzo Marcantognini è molto contento di poter ospitare i propri compagni: "Non è la prima volta che la Nazionale viene qui a Fano, ma ogni volta per me è un'emozione speciale e la città risponde sempre con grande entusiasmo. Quest'anno compirò 16 anni, quindi per la prima volta potrei essere convocato per il Mondiale. Ci tengo a fare bene fin da subito per dimostrare agli allenatori che merito un posto sull'aereo per il Messico".

Il Presidente di Amore per la Vita Onlus Fabrizio Ferri dichiara: “Per la nostra associazione questo evento rappresenta una tappa fondamentale del progetto ‘Un Amore per il Calcio’ cominciato un anno fa proprio a Fano con gli Amici della Nazionale di Calcio Amputati. Insieme a Pierpaolo Marcantognini, papà di Lorenzo, e al giocatore Riccardo Tondi, ci siamo prodigati nell’organizzare il torneo cercando di coinvolgere le associazioni cittadine, dal CSI all’Avis passando per la Pro loco e altre ancora. L’obiettivo è di dare alla Nazionale ed ai giovani della Scuola Calcio Amputati un appuntamento annuale da condividere con scuole e cittadinanza. Mi permetto di sottolineare però che noi tutti siamo solo la cornice perché i veri protagonisti sono e devono essere questi splendidi ed incredibili ragazzi, veri esempi di Amore per la Vita”.

La delegazione italiana
Portieri: Pier Mario Gardino, Alessandro Pighi,  Daniel Priami
Difensori: Salvatore La Manna, Emanuele Leone, Luigi Magi, Riccardo Tondi
Centrocampisti: Paolo Capasso,Francesco Messori (C), Emanuele Padoan, Gianni Sasso
Attaccanti: Lorenzo Marcantognini, Daniele Piana, Roberto Sodero
Allenatori: Renzo Vergnani e Paolo Zarzana
Preparatore dei portieri: Emiliano Gronchi
Fisioterapista: Corrado Nichele
Medico: Dott. Mario Cionfoli

Programma
2 febbraio
ore 10:00 Cerimonia di Apertura
ore 10:30 Italia-Francia

3 febbraio
ore 10:00 Francia-Turchia
ore 14:30 Italia-Turchia
Cerimonia di Chiusura


2018-02-02
immagine centrale


Ultime notizie in Calcio amputati