Logo Fispes

Gli occhi del mondo sono puntati su Grosseto

Versione stampabile

 

A quattro giorni dall’inizio degli Italian Open Championships 2014 gli occhi del mondo sono puntati su Grosseto, già pronta ad accogliere il prestigioso appuntamento di atletica paralimpica allo Stadio Olimpico Carlo Zecchini.

Il meeting internazionale, inserito nel circuito IPC Athletics Grand Prix, aprirà i battenti venerdì 30 Maggio e, per tre giorni, vedrà scendere in pista ed in pedana alcuni tra i più forti protagonisti sulla scena paralimpica mondiale.

All’evento parteciperanno 340 atleti di 31 delegazioni provenienti da ogni angolo del mondo. Le gare, valide come Campionati Paralimpici Assoluti, assegneranno anche i titoli italiani della stagione outdoor di quest’anno.

Sono attese sfide di altissimo livello nella velocità. Nelle categorie T43 e T44 ci sono sprinter del calibro del sudafricano Arnu Fourie, bronzo paralimpico nei 100m, e dell’americano Blake Leeper, argento mondiale nei 100 e 200m. Nelle gare maschili T42 tra tutti spicca il due volte campione mondiale e oro a Londra 2012 Heinrich Popow (Germania), mentre tra le donne sarà sicuramente l’azzurra Martina Caironi, primatista del mondo e dominatrice assoluta della specialità da due anni, a fare gli onori di casa.

Nel mezzofondo la Russia schiererà Elena Pautova per tentare di rubare la scena dei 1500m T11/12 ad Annalisa Minetti, medaglia di bronzo sulla stessa distanza alle scorse Paralimpiadi.

Nel salto in lungo categoria F44 farà la sua apparizione il plurimedagliato tedesco Markus Rehm che l’anno scorso ai Mondiali di Lione ha fissato ad uno storico 7,95 metri il nuovo record del mondo, mentre il T11 Elexis Gillette (USA) cercherà di riconfermare l’eccellente primo e secondo posto ottenuti in Francia rispettivamente nel lungo e nel triplo.

Nel getto del peso F11 sarà come sempre Assunta Legnante la donna da battere. La campionessa paralimpica, recordwoman con la misura di 16,79m, si cimenterà anche nel lancio del disco e giavellotto. Tra gli uomini della pedana invece il nome di punta è Jeremy Campbell (F44): lo statunitense è infatti il primo atleta paralimpico nella storia ad aver lanciato il disco oltre i 60 metri.


2014-05-28


Ultime notizie in News