Logo Fispes

Pioggia di primati indoor e lanci ad Ancona

Versione stampabile
immagine sinistra

Con i nove nuovi record assoluti conseguiti già alla prima giornata di gare sono iniziati con il migliore degli auspici i Campionati Italiani Paralimpici Indoor ed Invernali Lanci di Ancona. 

In pista, menzione speciale per due velociste azzurre: Oxana Corso (GS Paralimpico Fiamme Gialle), che si è confermata ai massimi livelli mondiali anche al coperto,e Arjola Dedaj (ASD Dynamic Handysports Lombardia), non più una sorpresa, ma oramai una certezza dell’atletica paralimpica nazionale. 

Con il tempo di 1:18.46 la Corso ha mostrato le sue eccellenti abilità di sprinter anche sulla pista ovale, abbattendo di oltre cinque centesimi di secondo il primato dei 400m T35 che le apparteneva. Dal canto suo la Dedaj, aggiudicandosi il titolo con 8.54 insieme al suo atleta-guida Marco La Rosa, è riuscita nell’arduo compito di migliorare se stessa ed il record assoluto indoor dei 60m T11, per ben tre volte dall’inizio dell’anno: nove i centesimi di secondo strappati all’ultimo crono di 8.63 che aveva fatto registrare a Saronno a febbraio, venti in totale dalla prestazione di gennaio di Magglingen in Svizzera (8.74).

Sulla stessa distanza e per la stessa squadra si è fatto notare anche Fabio Bianchi, fresco campione italiano indoor T36 con un primato tricolore da 11.37. Nella categoria T43 il nuovo record assoluto sui 60m appartiene di nuovo a Luca Campeotto (ASD Atletica 2000) con 9.56, mentre dopo due anni, correndo un ottimo 1:12.67, è tornato a migliorarsi Cristian Bonaccina (GSH Sempione 82): sua la migliore prestazione nazionale dei 400m T37. Non è stato da meno il suo compagno di squadra Gianfilippo Mirabile,che ha fatto fermare il cronometro dei 1500m T44 a 5:31.85, abbassando di oltre un minuto il precedente primato che reggeva dal 2013 (6:35.03).

Nella rassegna invernale assoluta dei lanci, tre sono i record italiani stabiliti allo Stadio Italico Conti, uno firmato da Simone Giovarruscio (ASD Athletic Terni) nel disco F37 (33,70 metri) e gli altri due ad opera di atlete della Handy Sport Ragusa: Carmela Marino che ha trovato la sua migliore misura a 9,76 metri nella clava F32 e Francesca Cavalieri nel getto del peso F57 con un lancio da 4,62.

Domani, domenica 22 marzo, la seconda e ultima giornata di gare avrà inizio alle ore 9:15.

Iscritti/Risultati

Programmi orari 

Indoor 

Outdoor Lanci 


2015-03-21


Ultime notizie in Atletica