Logo Fispes

Coppa Italia Lanci 2014: Poker della Handy Sport Ragusa

Versione stampabile
immagine sinistra

Pronostici rispettati a Siracusa con il trionfo della Handy Sport Ragusa nell’edizione 2014 della Coppa Italia Lanci. Dopo due giorni di gara, la società ragusana si è aggiudicata tutti e quattro i trofei in palio, conquistando il primo posto sia nella classifica assoluta che promozionale delle categorie maschili e femminili.
Si tratta di una conferma della vitalità del settore lanci per Ragusa e la regione siciliana, sempre più fucina di nuovi talenti a livello nazionale. In seconda posizione si è classificata la GSH Sempione 82, mentre il terzo piazzamento è stato diviso tra la Dynamic Lombardia (nella maschile assoluta e promozionale) e Gela Sport (nella femminile assoluta e promozionale). 

È stata anche la competizione di Maria Criscione (Handy Sport Ragusa) che ha comprovato il suo ottimo stato di forma, limando ulteriormente i record italiani F34, già suoi, con un +11 cm nel giavellotto (7,27 metri) e un +7 cm nel disco (8,57) rispetto alle misure stabilite ai Societari di Rieti.  Per la categoria F53 invece, Deborah Orsi (GHS Sempione 82) ha firmato il doppio primato assoluto nel giavellotto (7,08) e nel disco (6,96). A loro si è aggiunta Loredana Lucenti (Handy Sport Ragusa) che nella clava F31 ha fissato la migliore prestazione tricolore con un lancio da 3,99. 

Con la Coppa Italia Lanci giunge al termine la grande e lunga stagione dell’atletica paralimpica, che quest’anno ha impegnato gli atleti in un ricco programma di appuntamenti agonistici, mettendo in evidenza le potenzialità di crescita dell’intero movimento sia a livello nazionale che internazionale. Di questo avviso è il Presidente Federale Sandrino Porru, presente a Siracusa: “Vorrei esprimere i complimenti da parte di tutto il Consiglio Federale a tutte le società che hanno supportato questa lunghissima stagione. In particolare, vedere la Handy Sport Ragusa e la Polisportiva Aspet Siracusa unire le loro forze per organizzare quest’evento è stato esemplare ed è uno stimolo per tutti per contribuire col proprio apporto a costruire un’atletica paralimpica sempre più bella. Per il 2015 mi auguro che le società continuino a sostenere con vigore sia i percorsi promozionali che gli atleti top level. L’anno pre-paralimpico sarà ancora più duro non solo per i Mondiali di Doha di ottobre, ma anche perché la posta in gioco saranno i pass per le Paralimpiadi di Rio dove la selezione tra gli atleti sarà sicuramente ancora più entusiasmante”.


Risultati della prima giornata


Risultati della seconda giornata


Classifiche provvisorie - Analitica Femminile - Analitica Maschile


2014-11-12


Ultime notizie in Atletica