Logo Fispes

La lanciatrice Acunto, portabandiera agli Europei di Swansea

Versione stampabile
immagine sinistra

Tutto pronto a Swansea per l’inizio dei Campionati Europei IPC di atletica leggera paralimpica. 
Fra poche ore la Nazionale italiana sfilerà per la Cerimonia di Apertura della quarta edizione della rassegna continentale, che ha chiamato a raccolta nella cittadina gallese 560 atleti provenienti da 37 paesi del vecchio continente.

A portare il tricolore all’interno dello stadio della Swansea University, sede ufficiale delle competizioni, sarà la lanciatrice Carmen Acunto, piemontese, classe 1972, alla sua terza partecipazione europea.

‘Big Mama’, così come è affettuosamente stata soprannominata dai compagni di squadra, ha iniziato a gareggiare nel 1996 e, per molti, rappresenta ancora oggi lo spirito dell’atletica paralimpica nonostante l’infortunio che l’ha tenuta lontana dalle gare per lunghi mesi: “Essendo molto attaccata alla maglia italiana, essere alfiere è per me un onore ed è una delle cose che mi mancava a livello sportivo dopo aver preso parte alle Paralimpiadi di Atene del 2004 e aver fatto la tedofora per Torino 2006. L’anno scorso, dopo la rottura di tibia e perone in gara a Grosseto, pensavo di essere arrivata alla fine della mia carriera sportiva. La convocazione e la nomina a portabandiera è una fiducia che la Federazione mi ha voluto dimostrare e, per me, è un rientro anche a livello emozionale. Dopo l’infortunio, non avevo più emozioni, avevo provato a ributtarmi nello sport, ma pensavo di non riuscire a continuare. Lo sport dal mio incidente 18 anni fa è sempre stato una ragione di vita ed entrare in Nazionale è stato un motivo per tornare a vivere.”

La Acunto, che gareggerà anche nel getto del peso e del giavellotto per la categoria F55 (e possibili accorpamenti), sarà la prima degli Azzurri ad entrare in pedana domani 19 agosto alle 9:00 (orario inglese, le 10:00 italiane) con il lancio del disco dove nel 2001 aveva già vinto un bronzo nell’edizione europea di Nottwill. Tra i suoi altri risultati di prestigio, la medaglia d’argento nel peso ad Assen, in Olanda nel 2003.
La lanciatrice 42enne guida una spedizione di altri 12 atleti tra veterani e giovani promesse tricolori: “Mi sento molto presente nella squadra, non solo in questa trasferta, e di servire quando è necessario. Sentirsi uniti è importante in una Nazionale che per me è il culmine di un bene che sento di voler dare ai miei compagni e che loro spero diano anche a me.”

Nella riunione con la squadra di questa mattina, il Presidente Federale Sandrino Porru si è detto molto felice perché agli Europei l’Italia schiera una rappresentativa che comprende tutte le categorie dell’atletica: cerebrolesi, amputati, paraplegici e non vedenti che lanciano e corrono: “La FISPES ha avviato un percorso eterogeneo importante, dando l’opportunità a tutti di gareggiare secondo le proprie capacità. Gli atleti di questa Nazionale sono stati selezionati perché sono quelli che hanno dimostrato di essere nelle condizioni ottimali per poter ben rappresentare la maglia azzurra. Stiamo crescendo in modo maturo ed è bello vedere come i veterani abbiano accolto e sostenuto in modo costruttivo le nuove leve alla prima loro esperienza internazionale. Ricordo però che l’obiettivo per tutti è la crescita personale e la medaglia più importante qui è di diventare persone migliori. Vincere una medaglia insieme resterà un ricordo indelebile.”
Infine un incoraggiamento alla squadra: “Abbiamo delle grosse potenzialità per fare un Campionato lodevole. L’invito per tutti è di andare oltre quello che si è capaci di fare, cercare di superare il proprio limite. Continuiamo a costruire un ambiente solidale e sosteniamoci a vicenda”.

Oltre alla Acunto, la prima giornata degli Europei vedrà altri debutti importanti come il siciliano Antonino Puglisi nel lancio della clava F32, l’italo-albanese Arjola Dedaj nel salto in lungo T11 ed il primatista assoluto Emanuele Di Marino nei 100m T44. La campionessa mondiale e paralimpica Martina Caironi affronterà invece la finale dei 100m T42, mentre il pluricampione della corsa in carrozzina Alvise De Vidi si cimenterà nei 400m T51, gara inserita nel programma delle Paralimpiadi di Rio del 2016.

Gli Europei possono essere seguiti in diretta streaming su http://www.abilitychannel.tv/

PROGRAMMA ORARIO degli Azzurri in gara domani
 

Data

Ora

Atleta

Categoria

Gara

Fase

19 agosto

10:00

Carmen Acunto

55

Disco

Finale

 

11:50

Antonino Puglisi

32

Clava

Finale

 

17:10

Arjola Dedaj

11

Lungo

Finale

 

17:14

Martina Caironi

42

100m

Finale

 

17:27

Emanuele Di Marino

44

100m

Finale

 

20:18

Alvise De Vidi

51

400m

Finale

 

Sito ufficiale Europei di Swansea
http://www.paralympic.org/swansea-2014

Start List/Risultati
http://www.paralympic.org/swansea-2014/schedule-results



2014-08-18


Ultime notizie in Atletica