Logo Fispes

Lanfri quinto, Manigrasso sesto e Di Marino ottavo nei 200 con due record italiani

Versione stampabile
immagine sinistra

A Londra c’è orgoglio nel team azzurro per aver schierato ben due atleti nella finale dei 200 T44 e uno nella finale dei 200 T43.

Alla penultima giornata di gare dei Mondiali paralimpici di Atletica, inizia Simone Manigrasso a sorprendere di nuovo per le sue prestazioni in costante crescita. Dopo l’argento nei 400, è suo il sesto posto dietro ad alcuni mostri sacri della specialità come l’americano Jarryd Wallace (oro con 22.37), il greco Michail Seitis (argento in 22.53) e il sudafricano Arnu Fourie (bronzo con caduta al traguardo, sempre in 22.53).

Anche stavolta però lo sprinter lombardo non si accontenta e lascia il segno siglando a questi Campionati il primato italiano di 23.66 e migliorandosi di 16 centesimi in due giorni, di cui 10 rispetto a ieri. In gara ottima la sua accelerazione in avvio e buona la fase lanciata sul rettilineo per concludere tra i primi sei al mondo al suo esordio iridato. Manigrasso è contento: “Finché si migliora, va sempre bene. Sono molto onorato di aver gareggiato con questi atleti top level avendo iniziato ad allenarmi solo da poco. Ho avuto un po’ di timore di inciampare come ieri e quindi ho corso con maggiore attenzione. Speriamo di concludere in bellezza con la staffetta domani”.

Nella stessa finale Emanuele Di Marino ottiene l’ottavo posto con una gara corsa in buona distribuzione. All’arrivo chiude in 24.56: “Per me questa era la prova più difficile. Ho confermato più o meno il tempo di ieri e sono contentissimo di aver raggiunto la finale e di vedere il nuovo miglioramento di Simone. La staffetta di domani sarà ancora un’altra storia”.

Nella finale dei 200 T43 i pronostici della vigilia sono stati rispettati ma un grande Andrea Lanfri si va a prendere con prepotenza il primato tricolore di 22.51, strappando quasi un secondo e mezzo alla migliore prestazione assoluta (23.96) che gli apparteneva. Il velocista toscano conclude in quinta posizione su cinque concorrenti con il primo gradino del podio che va al tedesco Johannes Floors (21.50) mentre gli americani Hunter Woodhall (21.72) e Nick Rogers (21.88) conquistano rispettivamente l’argento ed il bronzo.

A fine gara Lanfri dichiara: “Sono finalmente soddisfatto della mia prestazione perché sul finire stavo recuperando l’americano (Aj Digby). Ho spinto nei primi 40 metri e poi mi sono lasciato andare. Questa gara la sento mia, ma ci vuole ancora tanto allenamento per arrivare a medaglia. La strada è certamente giusta”.

Domani sarà il grande giorno di Martina Caironi che si cimenterà nel lungo T42 (ore 19:00) e di Assunta Legnante pronta per il peso F11 (ore 20:04), senza dimenticare la staffetta 4x100 T42-47 (ore 20:33) che è l’ultima fatica per gli Azzurri.

Foto al seguente link (Credits: Mauro Ficerai)
https://photos.app.goo.gl/l8nPeHFj3yAZdc2u2

Programmazione RAI
Domani, domenica 23 luglio, diretta TV alle 19:30.
Tutte le gare del Mondiale sono seguite in diretta streaming su www.raisport.rai.it

Start List/Risultati Live
https://www.paralympic.org/london-2017/schedule/info-live-results/lo2017/eng/zz/engzz_athletics-daily-competition-schedule.htm

Sintesi Categorie Funzionali
http://www.fispes.it/showquestion.php?faq=1&fldAuto=137


Programma orario gare Azzurri aggiornato al 22 luglio

Data

Orario Italia

Orario
Londra

Gara

Categoria

Eventuali accorpamenti

Turno

Atleti

Domenica 23 luglio

19:00

18:00

Salto in lungo

T42

T42

Finale

Caironi

 

20:04

19:04

Getto del peso

F11

F11/F12

Finale

Legnante

 

20:33

19:33

Staffetta 4x100

T42-47

T42-47

T42-47

Italia

 


2017-07-22
immagine centrale


Ultime notizie in Atletica