Logo Fispes

Record italiani indoor di Caironi, Dedaj e Di Marino ad Ancona

Versione stampabile
immagine sinistra

Para Atletica indoor ed invernali lanci in vetrina ad Ancona con i Campionati Italiani Paralimpici. Nella prima giornata di gara non deludono tre degli Azzurri che hanno partecipato alle Paralimpiadi di Rio e che, oltre al titolo, mettono a segno importanti record al coperto sugli undici complessivi.

Esordio stagionale col botto per l’oro paralimpico sui 100 outdoor Martina Caironi (Fiamme Gialle) che frantuma il primato assoluto nei 60 T42 con 9.66, abbassando il limite nazionale di 12 centesimi di secondo. Monica Contrafatto (Paralimpico Difesa), compagna di podio in Brasile con il bronzo, si ferma invece a 10.40.

Sulla gara più veloce ma per la categoria non vedenti è Arjola Dedaj a firmare la nuova migliore prestazione tricolore T11 di 8.41. La velocista delle Fiamme Azzurre era al debutto in una gara ufficiale con la nuova guida Daniela Reina, atleta marchigiana giàprimatista assoluta FIDAL nei 400 (51.18). Per gli uomini, il compagno di team Emanuele Di Marino strappa un centesimo al primato dei 60 T44 tagliando il traguardo in 7.58.

Continua anche ad inizio 2017 la progressione di Andrea Lanfri (Atletica Virtus Cassa di Risparmio di Lucca), bronzo europeo di staffetta 4x100 T42-47 ed autore di due eccellenti prestazioni da record sui 60 (7.82) e 400 (58.36) T43.

Tra gli altri risultati di prestigio nell’anello di Ancona emerge anche Marco Baldini (Acli III Millennio)che si assicura una doppietta da primato nei 60 e nei 400 T35, rispettivamente con 9.90 e 1:24.07.

Per la categoria T37 Stefano Stacchiotti (Anthropos Civitanova) fissa il nuovo limite nazionale a 8.98, mentre Nicolas Zani (Sempione 82), l’unico corridore in carrozzina, porta la migliore prestazione assoluta T33 a 20.07 limandola di quasi due secondi rispetto all’anno scorso. I 1500 T44 sono di Claudio De Vivo (Disabili Andrea Oppo) e del suo record di 5:13.84.

Nell’adiacente Stadio Italico Conti dove sono stati assegnati i titoli paralimpici invernali di lanci si mette in evidenza Simone Giovarruscio (Athletic Terni) che si laurea campione d’Italia di disco F37 con il primato tricolore di 37,84 al primo tentativo ed 3,56 metri in più rispetto al suo precedente di due anni fa.
Domani, domenica 26 marzo, la seconda e ultima giornata di gare avrà inizio alle ore 9:30.

Risultati
http://www.fidalservizi.it/risultati/2017/Ancona_2017/Index.htm

Programma orario
http://fispes.it/showquestion.php?faq=1&fldAuto=1228




2017-03-25
immagine centrale


Ultime notizie in Atletica