Logo Fispes

L’argento di Rio Oney Tapia a Ballando con le Stelle

Versione stampabile
immagine sinistra

Oney Tapia, medaglia d’argento alle Paralimpiadi di Rio nel lancio del disco F11 (categoria non vedenti), sarà uno dei tredici concorrenti del programma televisivo di Rai 1 Ballando con le Stelle. Il lanciatore italo-cubano, campione europeo in carica e primatista tricolore nel disco e nel peso, è il primo concorrente-ballerino non vedente che a livello mondiale entra nel cast di un’edizione di Dancing with the Stars. Dopo la vittoria della velocista paralimpica Giusy Versace nel 2014, Tapia è il secondo atleta che rappresenterà nel programma l’Atletica leggera paralimpica (disciplina di competenza della FISPES - Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali).

Il discobolo 41enne, da poche settimane in squadra con le Fiamme Azzurre, è entusiasta di quest’opportunità: “Voglio divertirmi e divertire i telespettatori, ma far vedere allo stesso tempo che la mia disabilità non è una limitazione. Bisogna sempre esplorare per capire che, solo provando, la vita è piena di sorprese e che si può imparare sempre qualcosa di nuovo. È un elemento in più per conoscersi, mettersi in gioco e scoprire le ricchezze che abbiamo dentro. Con questo programma TV vorrei fare da stimolo ed essere un trampolino di lancio per chi pensa che non ce la farà mai. Sono il secondo atleta di Para Atletica che è salito su quel trampolino e vorrei che dietro di me salissero tanti altri”.

Il Presidente della FISPES Sandrino Porru dichiara: “La presenza di Oney a Ballando con le Stelle è un grande motivo d'orgoglio per la famiglia federale che rappresento, ma anche per l'intero movimento paralimpico e per il nostro paese. La sua partecipazione al programma servirà a far capire che spesso la disabilità è più dentro la nostra testa che nel nostro corpo. Spero che il suo esempio apra la strada a tante persone che, nell'incontrare la disabilità, siano stimolate a recuperare la fiducia nelle proprie ed immense abilità. Queste abilità saranno capaci di illuminare e riscaldare il cuore di chiunque, diventando un vera e propria esplosione di vita come sarà dimostrata dall’esperienza di Oney a Ballando”.

La prima puntata della dodicesima edizione di Ballando con le Stelle (http://www.ballandoconlestelle.rai.it/) andrà in onda sabato 25 febbraio in prima serata. La finale è prevista per il 29 aprile.

Scheda Oney Tapia

Nato a L’Avana (Cuba) il 27 febbraio 1976, vive a Sotto il Monte Giovanni XXIII, in provincia di Bergamo. 
Inizia a praticare sport dall’età di 10 anni, dalla boxe al baseball. È proprio in quest’ultima disciplina, una delle più popolari a Cuba, che diventa giocatore professionista nel ruolo di lanciatore.
Si trasferisce in Italia dove diventa cittadino italiano dal 2003. La sua carriera nel baseball prosegue anche nel nostro paese giocando in campionato per il Montorio Veronese e il Lodi. Cinque anni dopo si avvicina al rugby.

Nel 2011 un incidente sul lavoro cambia il corso della sua vita rendendolo non vedente. Una settimana dopo essere uscito dall’ospedale è già dentro la squadra dell’Omero Bergamo dove si dedica alle discipline del Torball e del Goalball. Con la Nazionale di Goalball partecipa a tre Europei.

L’incontro con l’Atletica leggera avviene casualmente nel 2013. Al suo esordio in pedana con un lancio da 30,99 diventa subito primatista italiano nel disco F11, abbattendo il limite nazionale che resisteva da ben 14 anni. In due anni si migliora di oltre 10 metri arrivando a 40,26,misura che nel 2015 lo piazza al vertice del ranking mondiale. 

Detiene la migliore prestazione assoluta anche nel peso che ritocca per ben tre volte nel 2016 a 13,60 con un incremento di 85 cm. Il debutto con la maglia della Nazionale avviene ai Mondiali di Doha ad ottobre 2015, dove si classifica 13° nella stessa specialità. 

Agli Europei di Grosseto dello scorso giugno vince la sua prima medaglia di prestigio conquistando l’oro nel disco F11 e stabilendo il nuovo primato italiano di 42,56. La consacrazione definitiva arriva alle Paralimpiadi di Rio con l’argento di specialità ed un lancio da 40,89.

Dal febbraio 2017 entra a far parte della squadra delle Fiamme Azzurre.

Credits foto: CIP


2017-02-20
immagine centrale


Ultime notizie in Atletica