Logo Fispes

Europei, quarto l’azzurro Doci sui 1500

Versione stampabile
immagine sinistra

 

Il mezzofondista ai piedi del podio nella categoria T37. Primo record mondiale dalla pista, con la polacca Meloch sugli 800 T20.

La seconda giornata dei Campionati Europei Paralimpici di atletica leggera a Grosseto si apre con il quarto posto di Spartak Doci sui 1500 metri T37. Podio sfiorato con il tempo di 4:38.45 per il 25enne di origine albanese, al debutto in maglia azzurra, che da piccolo si è trasferito in Sicilia insieme alla famiglia e difende i colori dell’Aspet Siracusa. “Potevo fare meglio - dichiara al traguardo - ce l’avevo nelle gambe. Ero in seconda posizione, a metà gara ho sentito un fastidio allo stomaco e non sono riuscito a mantenere il ritmo. Mi aspettavo qualcosa in più, ma ora cercherò la medaglia giovedì sugli 800 metri”. Vittoria in 4:20.01 al francese Louis Radius: “Ho molto rispetto dei miei avversari - le parole del transalpino - sono venuto qui sapendo di essere vicecampione iridato e che detenevo il record europeo, però alla linea di partenza siamo tutti sullo stesso piano”. Allo stadio Zecchini cade un altro record del mondo: il quinto della manifestazione e il primo su pista, dopo i quattro della giornata inaugurale ottenuti nei concorsi, tra salti e lanci.

L’impresa porta la firma della polacca Arleta Meloch, con 2:18.10 sugli 800 metri T20, per abbassare di quasi 4 secondi il precedente limite stabilito dalla connazionale Barbara Niewiedzial nella scorsa stagione. Fra i titoli assegnati al mattino, quello dei 100 T52 che vedono la conferma dello svizzero Beat Boesch in 18.72 (-2.4): “Vincere un altro oro è un’ottima cosa, anche se ho avuto un avvio lento e poi c’era troppo vento contrario per recuperare il tempo perso. Ora guardo alle Paralimpiadi, questa era una tappa della mia preparazione e ancora non sono al massimo. Nel mese di agosto tornerò per due settimane qui a Grosseto, in raduno prima di Rio”. 

Al femminile, la russa Veronika Doronina conquista il suo secondo successo in questa edizione, dopo i 100 metri di ieri, con il record personale di 1:08.70 sui 400 T34 battendo al fotofinish la britannica Carly Tait che non riesce a completare la rimonta. Ma il primo oro del Regno Unito arriva per merito del lanciatore Dan Greaves, di nuovo sul gradino più alto del podio continentale con 58,15 nel disco F44-46. Nel pomeriggio diretta streaming su www.grosseto2016.com dalle ore 16.00 alle ore 20.00 e differita tv su RaiSport 2 a partire dalle ore 22.30.

Foto Agenzia Fotografica BF
https://www.dropbox.com/sh/duh1z046y8373fz/AACxYngBkK5x30Elzq6i0hjRa?dl=0

25 ORE IN DIRETTA RAI - Imponente la copertura televisiva per gli Europei di Grosseto, che andranno in onda sui canali RaiSport per un totale di 27 ore di trasmissione, di cui 25 in diretta. Nelle sessioni mattutine, dal 10 al 16 giugno diretta dalle 10.00 alle 12.00 su RaiSport 1, tranne quella 14 giugno che sarà proposta su RaiSport 2. Per le sessioni serali, l’11 giugno in diretta dalle 18.00 alle 19.00 su RaiSport 1, il 12 giugno dalle 20.00 alle 22.00 in differita su RaiSport 2, dal 13 al 16 giugno in diretta dalle 16.00 alle 19.00 su RaiSport 1. L’intera manifestazione sarà trasmessa anche in diretta streaming sul sito www.grosseto2016.com per 32 ore complessive.

Programma orario degli atleti italiani:
http://www.grosseto2016.it/il-programma-degli-italiani/

Programma orario completo:
http://www.grosseto2016.it/il-programma/

Iscritti e risultati:
https://www.paralympic.org/grosseto-2016/schedule-results

La squadra italiana:
http://www.grosseto2016.it/litalia-dei-36-azzurri-per-gli-europei-paralimpici-di-grosseto/


2016-06-12
immagine centrale


Ultime notizie in Atletica